Pezzo dopo pezzo verso la nuova scuola

... in sole 7 settimane

Per gentile concessione di Blumer-Lehmann AG; Copyright: Juliet Haller

In sole 7 settimane, è stato possibile mettere in piedi un edificio scolastico completamente nuovo per la città di Zurigo e anche ETAVIS AG è stata coinvolta in questo progetto speciale. Abbiamo chiesto quale segreto si celasse dietro queste tempistiche record e quali sfide abbia comportato la costruzione per tutti i soggetti coinvolti.

Il segreto che si cela dietro a questa velocissima costruzione in 7 settimane è da ritrovarsi soprattutto nella particolarità del metodo utilizzato per la costruzione dell’edificio scolastico: Si tratta di un edificio scolastico modulare del tipo ZM10 (Züri Modul) ed è costituito da singoli moduli in legno o di locali, realizzati in fabbrica e poi assemblati nella sede effettiva, formando così la struttura nel complesso. Come avviene la produzione di tali moduli è dimostrato da un video dell’azienda di costruzioni in legno Blumer-Lehmann che, in qualità di appaltatrice principale, ha realizzato i fabbricati per la città di Zurigo anche nel quadro del nostro progetto per la costruzione dell’edificio scolastico modulare. La Blumer-Lehmann AG ha adattato appositamente la procedura di costruzione di moduli in legno alle strutture scolastiche, consentendo con il suo speciale PIANO DI COSTRUZIONE SCUOLE di poter realizzare in modo flessibile, curato e veloce le aule e gli edifici della scuola.

Una tale costruzione in un tempo record di sole 7 settimane non è possibile tuttavia solamente grazie ad una procedura speciale, ma necessita anche di una pianificazione precisa e ben congegnata, sia dell’azienda edile Blumer-Lehmann AG, sia da parte di ETAVIS. «Avvenendo la produzione in distaccamento, è stato necessario da parte nostra ripensare completamente le nostre fasi operative», riferisce Timon Bucher, il capoprogetto incaricato da ETAVIS AG. In virtù dei singoli moduli, l’intera pianificazione e le procedure sono state ideate in modo tale da poter realizzare la produzione il più possibile nel capannone.

Più della metà dei lavori è stata eseguita dalla Blumer Lehmann a Gossau (SG). Tutti i moduli sono stati già montati, cablati e completati in modo tale che fosse possibile assemblarli in tempi relativamente brevi per creare un edificio completo nella sede deputata ad ospitare la scuola. «Abbiamo dovuto preparare nel miglior modo possibile i componenti dell’impianto dei vari moduli ed completarli poi in loco», ricorda Timon Bucher. Nel capannone, i lavori sono proseguiti in questo modo per quattro settimane (coinvolgendo due team formati da 2 persone di ETAVIS), e tre settimane sono durati il montaggio e l’assemblaggio dei moduli in loco. Lì siamo stati presenti con quattro team di 2 persone e siamo stati responsabili dell’installazione di tutti gli impianti elettrici.

«Date le tempistiche estremamente brevi, tutti i lavoratori sono stati sollecitati a dare il meglio di sé e a completare l’impianto senza un singolo errore», riepiloga Timon Bucher. Siamo molto orgogliosi di esserci riusciti e ringraziamo tutti i membri coinvolti di ETAVIS AG, nonché la Blumer-Lehmann AG per la proficua collaborazione e il meraviglioso incarico.

Precedente Torna alla lista Prossimo